“Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28, 20)

Ultime attività

  • INTRODUZIONE

    L'umanità pervertita vorrebbe fare a meno di Dio, o meglio, della morale. Vorrebbe distruggere tutto ciò che è freno alle passioni e controllo all'operato. Il pensiero di un Essere Supremo, che tutto vede e tutto deve ripagare, è troppo molesto. Conviene quindi ai cattivi combattere contro Dio; ma siccome non possono vederlo ed abbatterlo direttamente, si avventano come cani idrofobi contro i suoi Ministri, cioè i Sacerdoti.

    - « Abbasso i Preti! » « Morte alle vesti nere! » si grida alle volte sulle piazze, si scrive anche sui muri e sulle testate dei giornali!

    Davanti a sì dolorosa constatazione, sento il bisogno d'impugnare la penna e formulare un modesto lavoro, che sia di monito ai cattivi e di luce ai buoni.

  •  

    “ Meditazione “

    Io vi ho creati uno ad uno, e tutti voi siete unici per me come voi lo siete per gli altri.

    E tutti avete diritto alla felicità, alla mia parola e alla remissione dei vostri peccati.

    Se dunque conoscete la mia parola e i sacramenti di grazia che io ho sparso per voi, voi di me, cioè della vostra salvezza, avete tutto.

    Ma non avete chi vi dice queste cose, chi vi insegna la mia parola, né chi vi porta all’ancora della mia misericordia!

    Gli angeli?

    Gli angeli e i santi vi sono vicini vi aiutano, vi consigliano, vi spronano a fare il bene, ma non possono confessarvi, né guidarvi come farebbe un uomo in carne e ossa come voi, che attingendo da me ogni cosa, diverrà per voi, oltre che mio sacerdote, vostra guida spirituale.

    Così ora vi domando: chi di voi vuole aiutarmi affinché ogni uomo giunga sano e salvo fra le mie braccia?

    Non pensate che io vi stia chiedendo poco, lo sapete ciò che vi chiedo è immenso, ma ve lo assicuro, ne vale la pena!

    Voi mi date la vostra vita col rinnegarla in tutti i suoi aspetti e vi rivestite di me, del mio amore, della mia parola, delle mie mani e di tutti i miei insegnamenti da dare alla gente

    Tutto quanto alla gente, senza assolutamente risparmiarvi.

    Così come ho fatto io, fino in fondo, fino a diventare sacrificio vivente, olocausto immolato per voi, affinché voi poteste avere me, cioè la salvezza della vostra anima interamente!

    Ma questo è il punto.

    Io cerco chi capisca il valore di questa missione salvifica. ( Lc 14 – 28 )

    Gente che mi viene ad aiutare, non perché deve accontentare il suo ego, o esibirsi davanti al palcoscenico per strappare applausi o complimenti alla carriera, poiché questo non è quello che io voglio da voi. ( Mt 11 – 8 )

    Da voi voglio che portiate le anime a me, affinché io possa salvarle!

    È questo che io voglio e mi aspetto da voi: le anime di tutti i peccatori!

    Altrimenti il vostro sevizio è nullo, anzi peggio, perché voi perdendo la vostra missione, cioè me, smarrireste la verità di ciò che siete e per il quale io vi chiamati ad aiutarmi. ( Mt, 7 – 21 )

    Voi che già indossate l’abito della misericordia e della battaglia, pensate di essere riusciti in questa impresa?

    Se pensate di no, avete fallito.

    E dunque riprendete con più forza e con più grinta fra le mani il vostro compito, rispolverate con attenzione le motivazioni che vi hanno condotto a me, e ricominciate da capo ad insegnare alle anime la strada della salvezza!

    Io ne ho bisogno.

    Voi ne avete bisogno e molte anime che vivono nell’ignoranza e nel dubbio ne hanno un grande, grande bisogno.

    Non li deludete, cercatele, seguitele, rincorretele.

    Fatevi vedere che ci siete.

    A meno che non sono le persone che hanno perso di vista me, ma voi!

    Se vi è successo questo, non vi comportate come giuda, il traditore, ma staccatevi dalla santa madre chiesa e tornate allo stato laicale.

    Ma vi prego, non condannatevi da voi stessi mercanteggiando il mio nome e la vostra sacra veste per progetti che non vi giovano a niente.

    Ciò che vi giova è il frutto della vostra missione: anime da salvare.

    Io in questo io vi ho scelti, e in questo e solo questo mi aspetto da voi : i frutti della vostra missione!

    (“ Luca 12 – 40 “)

    Anche voi tenetevi pronti, perché il Figlio dell'uomo verrà nell'ora che non pensate".

    Allora Pietro disse: "Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?". Il Signore rispose:

    "Qual è dunque l'amministratore fedele e saggio, che il Signore porrà a capo della sua servitù, per distribuire a tempo debito la razione di cibo?

    Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà al suo lavoro. In verità vi dico, lo metterà a capo di tutti i suoi averi.

    Ma se quel servo dicesse in cuor suo: Il padrone tarda a venire, e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, il padrone di quel servo arriverà nel giorno in cui meno se l'aspetta e in un'ora che non sa, e lo punirà con rigore assegnandogli il posto fra gli infedeli.

    Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche.

    A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più.

    ( By Enea Antonino )

    • Angelo Cicirelli
      Angelo Cicirelli ha pubblicato sulla home
      M E D I T A Z I O N I C R I S T I A N E CHI DI VOI VUOLE AIUTARMI ? “ meditazione “ Io vi ho creati uno ad uno, e tutti voi siete unici per me come voi lo siete per gli altri. E tutti avete diritto alla felicità, alla mia parola e alla remissione dei vostri peccati. Se dunque conoscete la mia parola e i sacramenti di grazia che io ho sparso per voi, voi di me, cioè della vostra salvezza, avete tutto. Ma non avete chi vi dice queste cose, chi vi insegna la mia parola, né chi vi porta all’ancora della mia misericordia! Gli angeli? Gli angeli e i santi vi sono vicini vi aiutano, vi consigliano, vi spronano a fare il bene, ma non possono confessarvi, né guidarvi come farebbe un uomo in carne e ossa come voi, che attingendo da me ogni cosa, diverrà per voi, oltre che mio sacerdote, vostra guida spirituale. Così ora vi domando: chi di voi vuole aiutarmi affinché ogni uomo giunga sano e salvo fra le mie braccia? Non pensate che io vi stia chiedendo poco, lo sapete ciò che vi chiedo è immenso, ma ve lo assicuro, ne vale la pena! Voi mi date la vostra vita col rinnegarla in tutti i suoi aspetti e vi rivestite di me, del mio amore, della mia parola, delle mie mani e di tutti i miei insegnamenti da dare alla gente Tutto quanto alla gente, senza assolutamente risparmiarvi. Così come ho fatto io, fino in fondo, fino a diventare sacrificio vivente, olocausto immolato per voi, affinché voi poteste avere me, cioè la salvezza della vostra anima interamente! Ma questo è il punto. Io cerco chi capisca il valore di questa missione salvifica. ( Lc 14 – 28 ) Gente che mi viene ad aiutare, non perché deve accontentare il suo ego, o esibirsi davanti al palcoscenico per strappare applausi o complimenti alla carriera, poiché questo non è quello che io voglio da voi. ( Mt 11 – 8 ) Da voi voglio che portiate le anime a me, affinché io possa salvarle! È questo che io voglio e mi aspetto da voi: le anime di tutti i peccatori! Altrimenti il vostro sevizio è nullo, anzi peggio, perché voi perdendo la vostra missione, cioè me, smarrireste la verità di ciò che siete e per il quale io vi chiamati ad aiutarmi. ( Mt, 7 – 21 ) Voi che già indossate l’abito della misericordia e della battaglia, pensate di essere riusciti in questa impresa? Se pensate di no, avete fallito. E dunque riprendete con più forza e con più grinta fra le mani il vostro compito, rispolverate con attenzione le motivazioni che vi hanno condotto a me, e ricominciate da capo ad insegnare alle anime la strada della salvezza! Io ne ho bisogno. Voi ne avete bisogno e molte anime che vivono nell’ignoranza e nel dubbio ne hanno un grande, grande bisogno. Non li deludete, cercatele, seguitele, rincorretele. Fatevi vedere che ci siete. A meno che non sono le persone che hanno perso di vista me, ma voi! Se vi è successo questo, non vi comportate come giuda, il traditore, ma staccatevi dalla santa madre chiesa e tornate allo stato laicale. Ma vi prego, non condannatevi da voi stessi mercanteggiando il mio nome e la vostra sacra veste per progetti che non vi giovano a niente. Ciò che vi giova è il frutto della vostra missione: anime da salvare. Io in questo io vi ho scelti, e in questo e solo questo mi aspetto da voi : i frutti della vostra missione! (“ Luca 12 – 40 “) Anche voi tenetevi pronti, perché il Figlio dell'uomo verrà nell'ora che non pensate". Allora Pietro disse: "Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?". Il Signore rispose: "Qual è dunque l'amministratore fedele e saggio, che il Signore porrà a capo della sua servitù, per distribuire a tempo debito la razione di cibo? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà al suo lavoro. In verità vi dico, lo metterà a capo di tutti i suoi averi. Ma se quel servo dicesse in cuor suo: Il padrone tarda a venire, e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, il padrone di quel servo arriverà nel giorno in cui meno se l'aspetta e in un'ora che non sa, e lo punirà con rigore assegnandogli il posto fra gli infedeli. Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche. A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più. ( By Enea Antonino )
      • Angelo Cicirelli

        M E D I T A Z I O N I C R I S T I A N E

        CHI DI VOI VUOLE AIUTARMI ?

        “ meditazione “

        Io vi ho creati uno ad uno, e tutti voi siete unici per me come voi lo siete per gli altri.

        E tutti avete diritto alla felicità, alla mia parola e alla remissione dei vostri peccati.

        Se dunque conoscete la mia parola e i sacramenti di grazia che io ho sparso per voi, voi di me, cioè della vostra salvezza, avete tutto.

        Ma non avete chi vi dice queste cose, chi vi insegna la mia parola, né chi vi porta all’ancora della mia misericordia!

        Gli angeli?

        Gli angeli e i santi vi sono vicini vi aiutano, vi consigliano, vi spronano a fare il bene, ma non possono confessarvi, né guidarvi come farebbe un uomo in carne e ossa come voi, che attingendo da me ogni cosa, diverrà per voi, oltre che mio sacerdote, vostra guida spirituale.

        Così ora vi domando: chi di voi vuole aiutarmi affinché ogni uomo giunga sano e salvo fra le mie braccia?

        Non pensate che io vi stia chiedendo poco, lo sapete ciò che vi chiedo è immenso, ma ve lo assicuro, ne vale la pena!

        Voi mi date la vostra vita col rinnegarla in tutti i suoi aspetti e vi rivestite di me, del mio amore, della mia parola, delle mie mani e di tutti i miei insegnamenti da dare alla gente

        Tutto quanto alla gente, senza assolutamente risparmiarvi.

        Così come ho fatto io, fino in fondo, fino a diventare sacrificio vivente, olocausto immolato per voi, affinché voi poteste avere me, cioè la salvezza della vostra anima interamente!

        Ma questo è il punto.

        Io cerco chi capisca il valore di questa missione salvifica. ( Lc 14 – 28 )

        Gente che mi viene ad aiutare, non perché deve accontentare il suo ego, o esibirsi davanti al palcoscenico per strappare applausi o complimenti alla carriera, poiché questo non è quello che io voglio da voi. ( Mt 11 – 8 )

        Da voi voglio che portiate le anime a me, affinché io possa salvarle!

        È questo che io voglio e mi aspetto da voi: le anime di tutti i peccatori!

        Altrimenti il vostro sevizio è nullo, anzi peggio, perché voi perdendo la vostra missione, cioè me, smarrireste la verità di ciò che siete e per il quale io vi chiamati ad aiutarmi. ( Mt, 7 – 21 )

        Voi che già indossate l’abito della misericordia e della battaglia, pensate di essere riusciti in questa impresa?

        Se pensate di no, avete fallito.

        E dunque riprendete con più forza e con più grinta fra le mani il vostro compito, rispolverate con attenzione le motivazioni che vi hanno condotto a me, e ricominciate da capo ad insegnare alle anime la strada della salvezza!

        Io ne ho bisogno.

        Voi ne avete bisogno e molte anime che vivono nell’ignoranza e nel dubbio ne hanno un grande, grande bisogno.

        Non li deludete, cercatele, seguitele, rincorretele.

        Fatevi vedere che ci siete.

        A meno che non sono le persone che hanno perso di vista me, ma voi!

        Se vi è successo questo, non vi comportate come giuda, il traditore, ma staccatevi dalla santa madre chiesa e tornate allo stato laicale.

        Ma vi prego, non condannatevi da voi stessi mercanteggiando il mio nome e la vostra sacra veste per progetti che non vi giovano a niente.

        Ciò che vi giova è il frutto della vostra missione: anime da salvare.

        Io in questo io vi ho scelti, e in questo e solo questo mi aspetto da voi : i frutti della vostra missione!

        (“ Luca 12 – 40 “)

        Anche voi tenetevi pronti, perché il Figlio dell'uomo verrà nell'ora che non pensate".

        Allora Pietro disse: "Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?". Il Signore rispose:

        "Qual è dunque l'amministratore fedele e saggio, che il Signore porrà a capo della sua servitù, per distribuire a tempo debito la razione di cibo?

        Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà al suo lavoro. In verità vi dico, lo metterà a capo di tutti i suoi averi.

        Ma se quel servo dicesse in cuor suo: Il padrone tarda a venire, e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, il padrone di quel servo arriverà nel giorno in cui meno se l'aspetta e in un'ora che non sa, e lo punirà con rigore assegnandogli il posto fra gli infedeli.

        Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche.

        A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più.

        ( By Enea Antonino )

      • ♥---ITALIANO---♥ Insegnamento 245 - Don Samuele Biondini. (Cellule Diocesane di Evangelizzazione)  
        CantoGesù: solo cose belle | only beautiful things
        • Angelo Cicirelli
          Angelo Cicirelli ha creato la Richiesta PREGHIERA

          ✝️

          • Angelo Cicirelli
            Angelo Cicirelli ha aggiunto un nuovo argomento: MEMORIA E FERITE

            Una bambina di 4 anni, adottata dall’età di 2 anni in una famiglia, invitata dalla mamma adottiva a fare un disegno, disegna una mamma incinta e al centro un bambino.

            La mamma allora chiede alla bambina che cosa ha disegnato e la bambina risponde: ho disegnato una mamma e nella pancia della mamma c’è un bambino. Però il bambino che ha disegnato lo ha disegnato con un colore rosso e la bambina risponde che ha disegnato il bambino con il rosso perché la mamma è cattiva, non ama questo bambino che è dentro di sé, anzi lo prendeva a calci e sputava contro di lui.

            La mamma adottiva dice alla bambina: "E' vero, questa mamma non è molto buona, vogliamo picchiarla?" E la bimba risponde subito “sì”. Vogliamo picchiare anche il bambino? Aggiunge la mamma e la risposta è “no” e la bambina dicendo "no" proteggeva con la sua manina il ventre della mamma con il piccolo che c’era dentro.
            "Vogliamo perdonarla questa mamma?" Aggiunge questa madre e la bambina risponde “No, perché ha ucciso il suo bambino, perché essa mi ha ucciso!".

            Per otto giorni la mamma adottiva ha invitato la bambina a fare altri disegni e lei ha ripetuto lo stesso disegno. I genitori adottivi sono rimasti sconvolti poi quando sono venuti a conoscenza che la bambina era frutto di una violenza e la mamma biologica all’inizio della gravidanza voleva abortire, voleva ucciderla. La bambina era poi nata di 7 mesi e per 4 mesi era rimasta in un incubatrice e i successivi 2 anni era stata in un orfanotrofio, quindi lasciata abbandonata. La bambina sapeva solo di essere stata adottata.

             

            • Angelo Cicirelli

              <3 CARISSIMI TUTTI: LUGLIO CI CHIAMA ALL'ADORAZIONE E RIFLESSIONE AL PREZIOSISSIMO SANGUE DI GESU'. IMMERGIAMOCI IN QUESTO SALVIFICO SANGUE PER AMORE VERSO IL NOSTRO AMATO
              <3 PREGHIERA AL PREZIOSISSIMO SANGUE
              <3 OFFERTA QUOTIDIANA
              Eterno Padre, io ti offro per le mani purissime di Maria corredentrice il Sangue che Gesù sparse con amore nella passione e ogni giorno offre nel sacrificio eucaristico. Unisco le preghiere, le azioni e le sofferenze mie di questo giorno secondo le intenzioni della Vittima Divina, in espiazione dei miei peccati, per la conversione dei peccatori, per le Anime del purgatorio e per i bisogni della santa Chiesa. In particolare te l'offro secondo le intenzioni del Sommo Pontefice.

              • Enrico53
                Enrico53 è ora amico di Angelo Cicirelli
                  Enrico53
                    Angelo Cicirelli
                    • Angelo Cicirelli
                      Angelo Cicirelli è ora amico di Enrico53
                        Angelo Cicirelli
                          Enrico53
                          • Angelo Cicirelli
                            Angelo Cicirelli ha pubblicato sulla home
                            ♥---ITALIANO---♥ Ti voglio bene (Carla Zichetti, salita al Cielo il 27 Dicembre 2013). Fondatrice delle Briciole di Speranza, Carla è stata una piccola piuma mossa dal vento di Dio, una piuma che ha spostato le montagne ! Quanto è grande Dio ! (Card. A. Comastri - 2007) https://youtu.be/FePnHkMGDek?list=UU5WLBDC-6fBxQ3hNEK0vf-A
                            • Angelo Cicirelli
                              Angelo Cicirelli ha pubblicato sulla home
                              Quand'è che costruisco la pace? Quando al posto del "no" metto un "sì", quando al posto del rancore, metto il perdono, quando al posto della morte, metto la vita, quando al posto dell'io, metto Dio. Carla Zichetti
                              • Angelo Cicirelli
                                  Francesca
                                  Richiesta di Francesca

                                  Me lo sono sempre chiesta, non ci ho mai capito molto ma sento parlare spesso dai credenti di questa provvidenza che pensa a tutto, ma uno non si deve guadagnare da vivere lavorando oppure basta credere in Dio e si ottengono favori senza fare nulla ?

                                  Esiste sul serio la Provvidenza ? Grazie a chi risponderà.

                                  • Angelo Cicirelli
                                      Francesca
                                      Richiesta di Francesca

                                      Me lo sono sempre chiesta, non ci ho mai capito molto ma sento parlare spesso dai credenti di questa provvidenza che pensa a tutto, ma uno non si deve guadagnare da vivere lavorando oppure basta credere in Dio e si ottengono favori senza fare nulla ?

                                      Esiste sul serio la Provvidenza ? Grazie a chi risponderà.

                                      • Angelo Cicirelli
                                          Francesca
                                          Richiesta di Francesca

                                          Me lo sono sempre chiesta, non ci ho mai capito molto ma sento parlare spesso dai credenti di questa provvidenza che pensa a tutto, ma uno non si deve guadagnare da vivere lavorando oppure basta credere in Dio e si ottengono favori senza fare nulla ?

                                          Esiste sul serio la Provvidenza ? Grazie a chi risponderà.

                                          • Angelo Cicirelli
                                            Angelo Cicirelli ha aggiornato il proprio avatar
                                            Angelo Cicirelli
                                            • AnthonyKaso88
                                              AnthonyKaso88 si è appena iscritto/a
                                              • Anthony 1988
                                                Anthony 1988 si è appena iscritto/a
                                                • Aldejes
                                                    VienieSeguimi
                                                    Blog di VienieSeguimi

                                                    Testo del Vangelo (Mt 11,28-30):

                                                    In quel tempo, Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».

                                                    Meditazione:
                                                    Oggi, d’innanzi a un mondo che ha deciso di voltare le spalle a Dio, di fronte a un mondo ostile al cristianesimo e ai cristiani, ascoltare Gesù (che è chi ci parla nella liturgia o nella lettura personale della Parola), ci da conforto, allegria e speranza nel bel mezzo della lotta quotidiana «Venite a me, voi tutti che siete affaticati (...), e io vi ristorerò» (Mt 11,28-29).

                                                    Conforto, perché queste parole contengono la promessa del sollievo che proviene dall’amore di Dio. Allegria, per far sì che il cuore manifesti nella vita, la certezza nella fede di questa promessa. Speranza, perché camminando in un mondo così avverso a Dio, noi, che crediamo in Cristo, sappiamo che non tutto termina con un fine, ma che molti “finali” furono “gli inizi” di cose molto migliori, come lo dimostrò la sua risurrezione.

                                                    Il nostro fine, come inizio di una trasformazione nell’amore di Dio, è quello di rimanere sempre con Cristo. La nostra meta è quella di andare inevitabilmente verso l’amore di Cristo, “giogo” di una legge che non si basa nella limitata capacità della volontà umana, bensì nell’eterna volontà salvatrice di Dio.

                                                    In questo senso Benedetto XVI in una delle sue Catechesi ci dice: «Dio ha un proposito con noi e per noi, e questo proposito si deve trasformare in ciò che desideriamo e che siamo. L’essenza del cielo si fondamenta in che la volontà divina si compia senza riserve, o per esprimerlo in altro modo dove si compie la volontà di Dio, c’è la salvezza. Gesù stesso è il, “cielo” nel senso più vero e profondo della parola, in Lui è chi e attraverso di chi si compie pienamente la volontà di Dio. I nostri propositi ci allontanano dalla volontà di Dio e ci convertono in pura “terra”. Però Lui ci accetta, ci attrae verso di Sé e, in comunione con Lui, conosciamo la volontà di Dio». Che così sia, allora. (P. Julio César RAMOS González SDB)

                                                    • Francesco
                                                        VienieSeguimi
                                                        Blog di VienieSeguimi

                                                        Testo del Vangelo (Mt 11,28-30):

                                                        In quel tempo, Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».

                                                        Meditazione:
                                                        Oggi, d’innanzi a un mondo che ha deciso di voltare le spalle a Dio, di fronte a un mondo ostile al cristianesimo e ai cristiani, ascoltare Gesù (che è chi ci parla nella liturgia o nella lettura personale della Parola), ci da conforto, allegria e speranza nel bel mezzo della lotta quotidiana «Venite a me, voi tutti che siete affaticati (...), e io vi ristorerò» (Mt 11,28-29).

                                                        Conforto, perché queste parole contengono la promessa del sollievo che proviene dall’amore di Dio. Allegria, per far sì che il cuore manifesti nella vita, la certezza nella fede di questa promessa. Speranza, perché camminando in un mondo così avverso a Dio, noi, che crediamo in Cristo, sappiamo che non tutto termina con un fine, ma che molti “finali” furono “gli inizi” di cose molto migliori, come lo dimostrò la sua risurrezione.

                                                        Il nostro fine, come inizio di una trasformazione nell’amore di Dio, è quello di rimanere sempre con Cristo. La nostra meta è quella di andare inevitabilmente verso l’amore di Cristo, “giogo” di una legge che non si basa nella limitata capacità della volontà umana, bensì nell’eterna volontà salvatrice di Dio.

                                                        In questo senso Benedetto XVI in una delle sue Catechesi ci dice: «Dio ha un proposito con noi e per noi, e questo proposito si deve trasformare in ciò che desideriamo e che siamo. L’essenza del cielo si fondamenta in che la volontà divina si compia senza riserve, o per esprimerlo in altro modo dove si compie la volontà di Dio, c’è la salvezza. Gesù stesso è il, “cielo” nel senso più vero e profondo della parola, in Lui è chi e attraverso di chi si compie pienamente la volontà di Dio. I nostri propositi ci allontanano dalla volontà di Dio e ci convertono in pura “terra”. Però Lui ci accetta, ci attrae verso di Sé e, in comunione con Lui, conosciamo la volontà di Dio». Che così sia, allora. (P. Julio César RAMOS González SDB)

                                                      Accedi