“Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28, 20)

Alla vera salute è orientato ogni amore che sia carità perfetta. (Sant’Agostino)

    VienieSeguimi
    Di VienieSeguimi

    0/5 Stelle (0 Voti)

    La vita eterna è la salute vera.
    Se dunque il vostro affetto per l'amico vi faceva desiderare per lui in questa vita la salute, ora che avete volto la vostra aspirazione alla vita eterna, in vista di questa amate anche l'amico. Tutto il vostro prodigarvi per l'amico ha l'intento di fargli condividere con voi la salute eterna. Se amate la giustizia, volete che l'amico sia giusto; se amate ubbidire a Dio, volete che anche lui sia ubbidiente; se amate la vita eterna, desiderate che l'amico regni là con voi in eterno. Se poi vedete che vi perseguita come vostro nemico, è l'iniquità che è in lui a perseguitarvi, e dovete aver misericordia nel risentirvi con lui, che è malato nell'anima. Uno che ami l'amico come l'anima sua secondo i criteri di questo mondo, si adopera a liberarlo dalla febbre, cercando per lui la salute al pari che per se stesso. Allo stesso modo voi dovete amare tutti quelli che avete cari, in vista della vita eterna, e quando nell'animo di uno trovate ira, risentimento, odio, malvagità, tenterete di liberarlo da quel male dell'animo, così come l'amico del mondo tenta di liberare dalla malattia fisica colui che ama. Dovete condurre con il vostro amore l'altro a essere quello che già voi siete. Questa sarà carità perfetta.

    Quando sarete arrivati ad essa, amerete per quell'unico fine la sposa, il figlio, il parente, il vicino, lo sconosciuto, il nemico, e sarà in voi la carità perfetta. L'averla vi farà vincere il mondo, e sarà cacciato via il principe di questo mondo. Il Signore dice: Il principe di questo mondo è gettato fuori: si riferisce alla passione che stava per subire, attraverso la quale avrebbe donato agli uomini il suo amore. Nessuno ha un amore più grande di questo, dare la vita per i propri amici.

    Per essere amato, egli amò per primo; perché nessuno esitasse a morire per il suo nome, egli per primo morì per tutti. Per far crescere la carità nel cuore degli uomini, buttò fuori il diavolo, lo cacciò via dai cuori degli uomini; la cupidigia lo fa entrare in essi, la carità lo scaccia.