Gesù chiamò i suoi primi discepoli facendogli pescare una gran quantità di pesci. Insegnò loro che da quel momento in poi sarebbero stati pescatori di uomini.

Leggi la storia – Luca 5:1-11

Un giorno Gesù si trovava sulla riva del lago di Genèsaret. Egli stava in piedi e la folla si stringeva attorno a lui per poter ascoltare la parola di Dio. Vide allora sulla riva due barche vuote: i pescatori erano scesi e stavano lavando le reti. Gesù salì su una di quelle barche, quella che apparteneva a Simone, e lo pregò di riprendere i remi e di allontanarsi un po’ dalla riva.

Poi si sedette sulla barca e si mise a insegnare alla folla.

Quando ebbe finito di parlare, Gesù disse a Simone:

— Prendi il largo e gettate le reti per pescare.

Ma Simone gli rispose:

— Maestro, abbiamo lavorato tutta la notte senza prendere nulla; però, se lo dici tu, getterò le reti.

Le gettarono e subito presero una quantità così grande di pesci che le loro reti cominciarono a rompersi. Allora chiamarono i loro compagni che stavano sull’altra barca perché venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono di pesci le due barche tanto che quasi affondavano.

Appena si rese conto di quel che stava accadendo, Simon Pietro si gettò ai piedi di Gesù dicendo: «Allontanati da me, Signore, perché io sono un peccatore.

In effetti Pietro e i suoi compagni, Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, e tutti quelli che erano con lui erano rimasti sconvolti per la straordinaria quantità di pesci che avevano preso.

Ma Gesù disse a Simone:

— Non temere, d’ora in poi tu sarai pescatore di uomini.

Essi allora riportarono le barche verso riva, abbandonarono tutto e seguirono Gesù.

Hai una domanda?

Cerchiamo persone che vogliono seguire Gesù.