Gesù ha raccontato la parabola degli operai in una vigna. Nonostante non avessero lavorato tutti con lo stesso carico di ore, l’uomo li pagò allo stesso modo. Gesù ha spiegato che gli ultimi saranno i primi e i primi saranno gli ultimi.

Leggi la storia – Matteo 20:1-16

«Così infatti è il regno di Dio.

«Un tale aveva una grande vigna e una mattina, molto presto, uscì in piazza per prendere a giornata uomini da mandare a lavorare nella sua vigna. Fissò con loro la paga normale: una moneta d’argento: nel testo greco il nome della moneta è denaro: come qui è detto, era la paga di una giornata di lavoro.moneta d’argento al giorno e li mandò al lavoro.

«Verso le nove del mattino tornò in piazza e vide che c’erano altri uomini disoccupati. Gli disse: “Andate anche voi nella mia vigna; vi pagherò quel che è giusto”. E quelli andarono.

«Anche verso mezzogiorno e poi verso le tre del pomeriggio fece la stessa cosa. Verso le cinque di sera uscì ancora una volta e trovò altri uomini. Disse:

— Perché state qui tutto il giorno senza far niente?

«E quelli risposero:

— Perché nessuno ci ha preso a giornata.

«Allora disse:

— Andate anche voi nella mia vigna.

«Quando fu sera, il padrone della vigna disse al suo fattore: “Chiama gli uomini e da’ loro la paga, cominciando da quelli che son venuti per ultimi”.

«Il fattore chiamò dunque quelli che erano venuti alle cinque di sera e diede una moneta d’argento a ciascuno. Gli uomini che avevano cominciato per primi credevano di prendere di più. Invece, anch’essi ricevettero una moneta d’argento ciascuno.

«Allora cominciarono a brontolare contro il padrone. Dicevano:

— Questi sono venuti per ultimi, hanno lavorato soltanto un’ora, e tu li hai pagati come noi che abbiamo faticato tutto il giorno sotto il sole.

«Rispondendo a uno di loro, il padrone disse:

— Amico, io non ti ho imbrogliato: l’accordo era che ti avrei pagato una moneta d’argento, o no? Allora prendi la tua paga e sta’ zitto. Io voglio dare a questo, che è venuto per ultimo, quel che ho dato a te. Non posso fare quel che voglio con i miei soldi? O forse sei invidioso perché io sono generoso?».

Poi Gesù disse: «Così, quelli che sono gli ultimi saranno i primi, e quelli che sono i primi saranno gli ultimi».

Contattaci su Facebook

Vieni a imparare con noi a vivere come Gesù