“Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28, 20)

Ultime attività

    • Aldejes
      Aldejes ha condiviso un link
    • Lodare il Signore è come “la respirazione per l’essere umano”.

      Infatti come la respirazione è costituita da due fasi: inspirare ed espirare, allo stesso modo la vita spirituale è scandita da due fasi: preghiera e missione. Della prima “si alimenta”, quindi inspirazione, nella seconda si manifesta, espirazione. “Quando inspiriamo, nella preghiera – ha spiegato il Santo Padre – riceviamo l’aria nuova dello Spirito e nell’espirarlo annunciamo Gesù Cristo suscitato dallo stesso Spirito”. Quindi il cristiano “non può vivere senza respirare”, non può vivere cioè “senza la lode e senza la missione”.

      “quando ho parlato della preghiera di lode ho detto che non è solamente la preghiera dei carismatici ma di tutta la Chiesa! È il riconoscimento della signoria di Dio su di noi e sopra tutto il creato espresso nella danza, nella musica e nel canto”.

      “Lodate sempre il Signore, non smettete di farlo, lodatelo sempre di più, incessantemente”

      “La respirazione del cristiano che lascia entrare l’aria sempre nuova dello Spirito Santo e lo espira nel mondo. Preghiera di lode e missione. Condividete il Battesimo nello Spirito Santo con chiunque nella Chiesa. Ecumenismo spirituale e ecumenismo del sangue. L’unità del Corpo di Cristo. Preparare la Sposa per lo Sposo che viene! Una sola Sposa!”.

      Papa Francesco

      Fonte: Zenit.org

      • VienieSeguimi
        VienieSeguimi ha pubblicato un articolo Vangelo 25 Luglio + commento

        Il Vangelo di oggi: Mt 20,20-28

        In quel tempo, si avvicinò a Gesù la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa. Egli le disse: «Che cosa vuoi?». Gli rispose: «Di’ che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno». Rispose Gesù: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere?». Gli dicono: «Lo possiamo». Ed egli disse loro: «Il mio calice, lo berrete; però sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me concederlo: è per coloro per i quali il Padre mio lo ha preparato». Gli altri dieci, avendo sentito, si sdegnarono con i due fratelli. Ma Gesù li chiamò a sé e disse: «Voi sapete che i governanti delle nazioni dóminano su di esse e i capi le opprimono. Tra voi non sarà così; ma chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo. Come il Figlio dell ’ uomo, che non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti».

        Contemplo:
        Un fascio di luce
        Questa terra degli uomini è piena di ingiustizie e di sopraffazioni, è appesantita e greve, e sembra velare la vista del cielo. Orbene, è da questa terra avvolta nella nebbia che salgono le invocazioni a Dio ed è su di essa che scende un fascio di luce dall’alto. Le religioni sono questi fasci di luce, esse purificano la terra, la rendono più leggera, dolce, vivibile, danno la forza di guardare in alto e di sperare a chi ha la faccia piegata nell’angoscia, nella nevrosi e nel lutto. In un tempo caratterizzato dalla ricerca ad ogni costo dei beni materiali, è compito delle religioni spingere a guardare all’orizzonte “ultimo” dell’uomo. Ed è tale orizzonte a determinare il modo di vivere sulla terra, e dare le ragioni di capire e di sperare.

        Commento al Vangelo del giorno:
        Quanto cammino c’è ancora da fare per gli apostoli! Essi non hanno ancora capito che nel regno dei cieli un ruolo grande ce l’hanno soltanto quelli che accettano di rinunciare a ogni tipo di pretesa o di riconoscimento umano, per servire fino a donare la stessa vita per gli altri. Questo, essi, non sono ancora in grado di comprenderlo: eppure sarà proprio Giacomo il primo a scoprire il segreto di questa legge evangelica che Gesù Cristo ha vissuto dando l’esempio. Fino a quando non rinunceremo all’idea che Dio debba dimostrarci il suo amore dandoci successo e fama, non riusciremo a capire il suo messaggio di amore crocifisso e nemmeno a essere veri apostoli. Solo quando si accetta di passare attraverso la croce e la morte, si giunge alla risurrezione e la propria vita diviene luce per gli altri.

        • Aldejes
          Aldejes ha commentato il Video Il silenzio nella Messa
            VienieSeguimi
            Il silenzio nella Messa
            • VienieSeguimi
              Il silenzio nella Messa
              • Aldejes

                Chiedo preghiere per chi è in cerca di un lavoro, in particolare per mia moglie Cristina e per un amico di nome Carmelo, che in questi giorni avrà un colloquio.

                Preghiamo.

                • Aldejes
                  Aldejes ha creato l'evento Le Dieci Parole

                  Il corso sulle "Dieci Parole" inizierà probabilmente il 08/10/2018 presso la Sala Tiberiade, presso San Giovanni in Laterano, seminario romano, prospiciente l'Università Lateranense. Solo per Giovani.

                  • Aldejes

                    Benvenuta Monica !

                    • Monica
                      Monica si è appena iscritto/a
                      • Aldejes
                        Argomento di discussione di Aldejes

                        E' da molto tempo che mi chiedo come sta la nostra cara madre Chiesa Cattolica, posso immaginare che nel corso dei secoli abbia dovuto passare tanti momenti difficili, ma a me pare che oggi più che mai stia attraversando un tunnel di confusione e smarrimento, specialmente in alcuni suoi pastori. Ho avuto la grazia di conoscere tanti preti santi, tuttavia molto spesso mi capita di vedere o leggere notizie di pastori che fanno o dicono cose assurde, con atteggiamenti fuori dalla dottrina e dal magistero, talvolta fuori dal Vangelo stesso.

                        Mi addolora molto vedere questo smarrimento, oltre a pregare per tutti i pastori della nostra Chiesa vorrei capire come mai questa crisi e quali possibili soluzioni si potrebbero attuare per uscirne.

                        • Aldejes
                          Argomento di discussione di Aldejes

                          E' da molto tempo che mi chiedo come sta la nostra cara madre Chiesa Cattolica, posso immaginare che nel corso dei secoli abbia dovuto passare tanti momenti difficili, ma a me pare che oggi più che mai stia attraversando un tunnel di confusione e smarrimento, specialmente in alcuni suoi pastori. Ho avuto la grazia di conoscere tanti preti santi, tuttavia molto spesso mi capita di vedere o leggere notizie di pastori che fanno o dicono cose assurde, con atteggiamenti fuori dalla dottrina e dal magistero, talvolta fuori dal Vangelo stesso.

                          Mi addolora molto vedere questo smarrimento, oltre a pregare per tutti i pastori della nostra Chiesa vorrei capire come mai questa crisi e quali possibili soluzioni si potrebbero attuare per uscirne.

                          • Enrico53
                              Aldejes
                              Argomento di discussione di Aldejes

                              E' da molto tempo che mi chiedo come sta la nostra cara madre Chiesa Cattolica, posso immaginare che nel corso dei secoli abbia dovuto passare tanti momenti difficili, ma a me pare che oggi più che mai stia attraversando un tunnel di confusione e smarrimento, specialmente in alcuni suoi pastori. Ho avuto la grazia di conoscere tanti preti santi, tuttavia molto spesso mi capita di vedere o leggere notizie di pastori che fanno o dicono cose assurde, con atteggiamenti fuori dalla dottrina e dal magistero, talvolta fuori dal Vangelo stesso.

                              Mi addolora molto vedere questo smarrimento, oltre a pregare per tutti i pastori della nostra Chiesa vorrei capire come mai questa crisi e quali possibili soluzioni si potrebbero attuare per uscirne.

                              • Aldejes
                                Argomento di discussione di Aldejes

                                E' da molto tempo che mi chiedo come sta la nostra cara madre Chiesa Cattolica, posso immaginare che nel corso dei secoli abbia dovuto passare tanti momenti difficili, ma a me pare che oggi più che mai stia attraversando un tunnel di confusione e smarrimento, specialmente in alcuni suoi pastori. Ho avuto la grazia di conoscere tanti preti santi, tuttavia molto spesso mi capita di vedere o leggere notizie di pastori che fanno o dicono cose assurde, con atteggiamenti fuori dalla dottrina e dal magistero, talvolta fuori dal Vangelo stesso.

                                Mi addolora molto vedere questo smarrimento, oltre a pregare per tutti i pastori della nostra Chiesa vorrei capire come mai questa crisi e quali possibili soluzioni si potrebbero attuare per uscirne.

                              • (articolo del 16 Giugno 2012)

                                Sono appena rientrato a casa dal funerale di Chiara Corbella.

                                Difficile esprimere con le parole quello che ho dentro, tutta la Messa mi ha suscitato così tante emozioni, così tante riflessioni, così tante preghiere, così tante lacrime, così tanti desideri santi… che non so se riuscirò a ricucire il tutto e farne un discorso dal senso compiuto.

                                Quello che è certo è che ho partecipato ad un matrimonio e non ad un funerale, ad un festa e non ad un lutto, cioè ad un esempio di quello che è (e dovrebbe essere) realmente il Cristianesimo.

                                Se all’inizio le mie lacrime erano intrise di umana compassione e sentito dispiacere per quanto vissuto da questa famiglia, durante la celebrazione, come in un cammino in crescendo dentro questo mistero che pian piano andava svelandosi, esse sono andate trasformandosi in lacrime di gioia.

                                Gioia perché ho visto la Vita e non la morte di una persona, gioia perché ho visto l’Amore vincere sopra ogni dolore e sofferenza, gioia perché ho visto il senso in una esistenza spezzata a 28 anni che lascia un marito solo con un figlio. E quel senso sta proprio in quell’esistenza “spezzata” e “donata” come si spezza il corpo di Cristo quando si dona a noi.

                                Gioia perché ho assistito ad un miracolo, gioia perché ho ri-visto per l’ennesima volta l’agire di Dio nella vita dei suoi figli.

                                Questo è uno dei tanti doni che il Signore mi ha fatto, ho sempre avuto la grazia nella mia vita di incontrare fratelli cristiani splendidi in cui l’azione di Dio era visibile e potente nel Suo Amore. Ho visto la risposta di questi miei fratelli cristiani, una risposta gioiosa e decisa di affidamento che ha portato frutti grandiosi, frutti per molti.

                                Oggi, questa famiglia cristiana, questi figli di Dio, Enrico e Chiara, mi hanno regalato un altro seme di Dio da conservare nel cuore e nello stesso tempo da ri-donare a mia volta a chi incontrerò sul mio cammino.

                                Questo seme crescerà, desidero che cresca, desidero con tutto il cuore la Santità, desidero essere figlio di Dio, figlio della Luce e risplendere per la mia famiglia, per i miei fratelli, per chiunque ne abbia bisogno.

                                Chiara ed Enrico mi hanno lasciato questo seme che ora spetterà a me innaffiare per mezzo del mio rapporto con Gesù, perché io possa fare la mia parte, perché io possa consumarmi come ha fatto Gesù e come hanno fatto e fanno i suoi discepoli. Come hanno fatto Chiara ed Enrico.

                                Il punto di partenza sarà questo seme di speranza e di gioia che ho nel cuore, ennesimo dono di Dio per mezzo loro.

                                Saranno quei “piccoli passi possibili” che ci ha insegnato questa coppia benedetta. Rendo grazie a Dio per questo dono immenso.

                                E’ bello avere degli esempi di vita che ti ricordano che si può pretendere il massimo della felicità, già qui su questa terra, con DIO come guida… Fidati, ne vale la pena…“, scrive Chiara nella sua lettera al figlio Francesco di un anno.

                                Questo vale anche per me e per ciascuno di noi, è bello avere questa famiglia come esempio che ci aiuta a fidarci di Dio ancora di più, con questo sorriso costante e con questa serenità anche in mezzo ai dolori più grandi e alle prove più dure della vita ci siamo tutti convinti che davvero vale la pena chiedere a Dio il dono della Santità e la forza di viverla.

                                “… forse la guarigione in fondo non la voglio, un marito felice e un bambino sereno senza la mamma rappresentano una testimonianza più grande rispetto ad una donna che ha superato una malattia. Una testimonianza che potrebbe salvare tante persone… “.

                                Si, la testimonianza è arrivata, a me e a tante altre persone, assieme a tanto tanto altro. Grazie Chiara, grazie Enrico. 

                                Aldo Li Volsi

                                Immagine

                                Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dagli uomini.
                                Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli.
                                (Matteo 5,13-16)

                                “Siamo nati e non moriremo mai più.” (Chiara Corbella,  1984-2012)

                                CHIARA CORBELLA, SANTA DEI NOSTRI TEMPI

                                OMELIA DI PADRE VITO AL MATRIMONIO DI CHIARA

                                AMORE MIO (di Enrico Petrillo)

                                Eccoti finalmente qui

                                Sulla porta della mia casa
                                È tanto tempo che aspettavo
                                Questo giorno per noi oggi sarai mio amore mio

                                Vieni presto io ti aspetto qui
                                Ancora non ci credo
                                Mi darai la tua mano
                                Tu non sai quanto ti amo
                                Lo sapevo anche io che tu eri mia oggi sarai mia amore mio

                                Rit. Ed il cielo si aprirà su di noi
                                Nascerà l’amore per noi ed un angelo canterà l’amore
                                Che Dio ha per noi

                                Ora siamo una cosa sola in Te
                                Difendi questo nostro si a Te
                                Ti vedrò per sempre nel suo cuore
                                Mi vedrai per sempre accanto a lei
                                Fino a quando Tu lo vorrai

                                Oggi sarò tua amore mio
                                Oggi sarò tuo amore mio

                                Rit. Ed il cielo si aprirà su di noi
                                Nascerà l’amore per noi ed un angelo canterà l’amore
                                Che Dio ha per noi

                                Suonano le campane
                                cantano gli angeli nel cielo

                                Suonano le campane
                                cantano gli angeli nel cielo …

                                (suonata e cantata da Enrico nel giorno del loro matrimonio e nel giorno del funerale di Chiara)

                                 
                                • Aldejes

                                  Ciao MaxC! benvenuto su Vieni e Seguimi ! che te ne pare ?

                                  - con MaxC
                                  • MaxC
                                    MaxC è ora amico di Aldejes
                                      MaxC
                                        Aldejes
                                        • Aldejes
                                          Aldejes è ora amico di MaxC
                                            Aldejes
                                              MaxC
                                              • MaxC
                                                MaxC si è appena iscritto/a
                                                • Aldejes
                                                  Aldejes si è iscritto al gruppo Lode e ringraziamento

                                                Accedi